La volontà popolare

Pubblichiamo una lettera di Barbara Tutino, inviata alla Stampa come precisazione in seguito a un articolo del giornalista Cristian Pellissier.

Dall’articolo si ricava l’impressione che la popolazione di Cogne sia oggi compatta nel sostenere l’idea proposta dal consiglio comunale di un collegamento funiviario con Pila, che segnerebbe il definitivo abbandono del progetto di recupero della ferrovia del Drinc.

A noi sembra piuttosto che la popolazione di Cogne abbia indicato più volte di guardare al “trenino” come al collegamento più logico e significativo.

Gentile sig. Pellissier,

ho letto il suo ultimo articolo online per la Stampa della Valle d’Aosta, dove riporta gli esiti dell’ultimo consiglio comunale di Cogne, svoltosi il 27 giugno 2014.

A questo proposito, Vorrei pregarla di non estendere sempre la volontà espressa dai nostri Amministratori Comunali all’intera popolazione.

Le ricordo che, nel caso specifico, la popolazione di Cogne si è espressa nel 2012 per la salvaguardia della ferrovia del Drinc, con 630 firme su 900 votanti circa, per la salvaguardia della Ferrovia del Drinc che, sempre nel 2012, è stata il primo luogo del cuore della Valle d’Aosta con 9300 firme, oltre a quelle dei Cogneins , classificandosi al 23° posto assoluto su quasi diecimila luoghi candidati.

Nella stessa occasione è risultata essere anche la prima Ferrovia Storica e il secondo sito di archeologia industriale d’Italia!

La volontà popolare differisce spesso dai desiderata dell’amministrazione comunale e chi riporta le notizie forse non dovrebbe ignorarlo.

Cordialmente,

Barbara Tutino

>>> L’articolo di Cristian Pellissier.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La volontà popolare

  1. barbara tutino ha detto:

    L’hanno pubblicata senza intestazione, come una lettera generica, mentre era diretta proprio al sig. Pellissier, che regolarmente usa le pagine del suo giornale vestendo il ruolo di portavoce della giunta comunale. Per legge non sarebbe permesso cambiare disinvoltamente il testo delle lettere …. Come certo sanno i numerosi giornalisti valdostani che leggono questi modesti interventi, ma pazienza:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...