Prima che sia troppo tardi

Ci sono scelte che non consentono ripensamenti.

Come Comitato Cuore di Ferro abbiamo tante volte proposto la valorizzazione della filiera dell’acciaio in Valle d’Aosta nel suo insieme, dalla miniera di Colonna agli altoforni del capoluogo regionale, passando per la ferrovia del Drinc, un vero e proprio pezzo di storia della nostra regione.

Come Comitato abbiamo anche sostenuto che – anche a non voler prendere in considerazione la riattivazione della linea Cogne-Acque Fredde, indipendentemente dai motivi – sarebbe comunque opportuno evitare gesti senza ritorno, come lo smantellamento dei binari o l’assegnazione alle varie infrastrutture di destinazioni d’uso diverse, per evitare di cancellare un patrimonio storico e culturale senza uguali.

Registriamo con tristezza la pubblicazione sull’albo pretorio della convenzione con la Regione per la riconversione della stazione di Cogne della ferrovia del Drinc in caserma dei Carabinieri. Registriamo e ci chiediamo se non esistano altri immobili a Cogne utilizzabili per la caserma. Registriamo e invitiamo ancora una volta all’azione tutte le persone per cui il “trenino di Cogne” significa qualcosa.

Comunicato:

Il Comitato Cuore di Ferro della Valle d’Aosta, vista la pubblicazione sull’albo pretorio della convenzione con la regione per la riconversione della stazione di Cogne della ferrovia del Drinc  in caserma dei Carabinieri (che rimarrà esposta dal 24 marzo al 23 aprile 2015), chiede urgentemente a chi ne ha competenza di intervenire con le dovute osservazioni entro il 23 aprile, affinché si possa avviare un’istanza di ricorso.

Ciò in considerazione del fatto che la suddetta caserma potrebbe tranquillamente venire ubicata in altro edificio (es: l’ex latteria  provvista di parcheggio e comodo accesso diretto sulla strada in posizione ancora migliore della stazione), senza compromettere irrimediabilmente la possibilità di ultimazione e ripristino del Bene.

La Ferrovia del Drinc è al primo posto assoluto in Valle d’Aosta, nel censimento dei luoghi del Cuore FAI 2012, e di ogni tempo.

È la prima ferrovia storica d’Italia sempre nei censimenti FAI.

È stata l’opera di ingegneria mineraria più importante del mondo fino al secondo dopoguerra.

È VIA DI EMERGENZA per la comunità di Cogne.

È monumento resistenziale.

È l’unica ferrovia d’alta quota della Valle d’Aosta.

È collegamento con la Valle centrale.

Il Comitato Cuore di Ferro

caserma carabinieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Clicca sull’immagine per ingrandirla.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Prima che sia troppo tardi

  1. Bétemps Marco Giuseppe ha detto:

    Condivido e approvo in pieno, bravi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...