Le nostre osservazioni al progetto di trasformazione della stazione di Cogne in caserma dei carabinieri

Oggi, 20 aprile, sono state inviate al Sindaco di Cogne e all’assessore regionale alle Opere Pubbliche le osservazioni del Comitato Cuore di Ferro sul progetto di trasformazione della stazione di Cogne in caserma dei carabinieri. Ribadiamo che si tratta di una scelta di carattere irreversibile, facilmente evitabile trovando un’altra ubicazione per l’auspicata caserma locale dei carabinieri.

Ricordiamo a tutte le persone che hanno a cuore la ferrovia del Drinc nella sua interezza che c’è tempo fino a questo giovedì, 23 aprile, per presentare le proprie osservazioni.

Grazie dell’aiuto.


Al signor Sindaco Geom. Franco Allera del Comune di Cogne
SEDE
11012 Cogne

All’Assessore Opere Pubbliche
del Suolo ed Edilizia Residenziale Pubblica Geom. Mauro Baccega
SEDE
Via Promis, 2/A 11100 Aosta

OGGETTO: Osservazioni

In riferimento alla proposta di atto di intesa in oggetto allegata alla deliberazione della Giunta regionale n° 189 del 13 febbraio 2015 che si appella all’ART. 29L.R. 6 aprile 1998, ci preme far notare che il progetto preliminare, che prevede la conversione della stazione di Cogne della ferrovia del Drinc in uffici preposti all’accoglienza di una caserma per il carabinieri, non è l’unica soluzione possibile.

Esistono infatti  altre ubicazioni nell’immenso patrimonio immobiliare costituito dal Villaggio di Buttiliere, già oggetto d’esame delle passate amministrazioni comunali.
Questa non è tuttavia l’unica doverosa osservazione.

Andando a sacrificare la stazione del trenino, infatti,  si porrebbe in essere una condizione di irreversibilità, su un Bene pubblico, che è al primo posto assoluto in Valle d’Aosta nei censimenti dei Luoghi del Cuore FAI – perché via di emergenza per Cogne, è monumento resistenziale e di ingegneria mineraria, è collegamento con la valle centrale ed è l’unica ferrovia d’alta quota della Valle d’Aosta ( ciò che la rende Bene Prezioso oltre che pubblico),  in contraddizione con tutti gli impegni assunti dalle Amministrazioni Regionale e comunale, sullo sviluppo sostenibile.

NEL RICORDARE CHE:

“Lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che si impegna a soddisfare le esigenze della contemporaneità senza compromettere alle generazioni future la possibilità di fare altrettanto,” (rapporto Burtland –  1987)

VISTA

la mozione  del 29 gennaio 2014   approvata all’unanimità del ConsiglioRegionale, sulla valorizzazione del Patrimonio Minerario di Cogne nella sua interezza,

ci sembra avventata – e forse perfino pretestuosa –  la scelta logistica della stazione di Cogne quale sede della caserma dei carabinieri di Cogne, una questione di interesse non regionale, che come già affermato, può essere facilmente risolta con altra ubicazione.

Il Comitato Cuore di Ferro della Valle d’Aosta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Iniziative. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Le nostre osservazioni al progetto di trasformazione della stazione di Cogne in caserma dei carabinieri

  1. Bétemps Marco Giuseppe ha detto:

    condivido in pieno le osservazioni del Comitato che mi paiono più che appropriate.

  2. Pingback: Una lettera aperta per la stazione di Cogne | cuorediferrovalledaosta

  3. Wolfram Mikuteit ha detto:

    Buon giorno,
    un articolo, purtroppo in lingua tedesca, ma con molte foto dalla stazione ferroviaria di Cogne.
    https://westalpen.wordpress.com/2015/04/21/ferrovia-del-drinc-val-di-cogne/
    Con i migliori saluti
    Wolfram Mikuteit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...